Neon DesignDal Neon al Neon Led
Dal Neon al Neon Led

Dal Neon al Neon Led

Se fino agli anni ’30 la tecnologia neon aveva pervaso con la sua luminosità i panorami delle grandi metropoli, americane e non solo, è negli anni ’50 che divenne il simbolo del sogno americano: segnalava i cocktail bar, i cinema all’aperto, i motel. Lo scrittore Tom Wolfe descriverà così la sua scoperta di Las Vegas, in un articolo pubblicato nel 1964 dalla rivista Esquire, con il titolo Las Vegas (What?) Las Vegas (Cant hear you! Too noisy) Las Vegas!!!: “L’orizzonte non era fatto di alberi né di edifici, bensì di neon. […] le monumentali sculture al neon di Las Vegas sono i nuovi landmark e fari d’America”

LAS VEGAS 50

Molto rapidamente, la stravaganza della città cominciò ad attrarre sempre più persone. Fonte di disgusto per alcuni, di magia per altri, la “città del neon” non lasciò nessuno indifferente. Inoltre, un articolo pubblicato nel 1969 sulla rivista Enseigne et Lumière la dichiarò la capitale mondiale della luce, soppiantando definitivamente Parigi: “Non esistono Broadway e Times Square a New York, Trafalgar Square a Londra, Pigalle a Parigi. Tutto a Las Vegas è gigantesco, magistrale, fantastico. È il tempio della luce negli Stati Uniti. È la città di Neon, unica nel suo genere”.

Il neon quindi aveva un ruolo centrale nell’architettura del posto: Robert Venturi, nel 1968, scriverà proprio un libro a proposito, Learning from Las Vegas. Il punto di partenza per la riflessione fu proprio il suo paesaggio elettrografico”, il cui studio fu condotto durante un progetto di ricerca della School of Art and Architecture della Yale University. Secondo il team di studiosi, ciò che caratterizzava la città di Las Vegas era la sua “architettura di comunicazione”. Il marchio sembrava più importante della costruzione stessa: “Il marchio sul fronte è una stravaganza volgare, l’edificio dietro, una necessità modesta”. Ancora oggi, il sogno americano e le sue strade evocano numerose insegne luminose al neon.

dal neon al neon led

Il passaggio alla tecnologia LED

Ma è in questo stesso periodo che l’uso del neon per le grandi opere comincia a decadere, in favore di un tipo di illuminazione simile ma dalla tecnologia più facile, sostenibile ed economica: il LED.

La tecnologia a LED ha avuto le sue origini proprio nei primi anni ’60 grazie al contributo dell’americano Nick Holonyak Jr. Inizialmente, i LED erano limitati al colore rosso e venivano principalmente impiegati come segnalatori luminosi. Il primo LED fu sviluppato nel 1962.

In realtà, l’elettroluminescenza, particolare tipo di luminescenza che caratterizza alcuni materiali in grado di emettere luce sotto l’azione di un campo elettrico, era già stata osservata alla fine dell’Ottocento da Henry Joseph Round (1881-1966), ufficiale militare, ingegnere e assistente personale di Guillermo Marconi, nel 1907. Vent’anni dopo, si diffuse la notizia della creazione del primo LED da parte dell’inventore russo Oleg Losev: l’invenzione, però, all’epoca, sembrò priva di qualsiasi applicazione pratica.

I primi LED a luce rossa, quelli del 1962, vennero infatti utilizzati come indicatori di funzionamento, come il LED di standby nei televisori, e se inizialmente, come ogni nuovo prodotto, i costi di produzione erano elevatissimi, gradualmente il perfezionamento dei mezzi di produzione su larga scala resero il LED un prodotto economico e accessibile.

Shuji_Nakamura_LED

Shuji Nakamura e l’invenzione del LED blu ad alta intensità

Il boom della tecnologia a LED si verifico negli anni ’90, con la produzione di lampade a LED di varie tonalità, compresa la luce bianca. Nel 1994, infatti, un ingegnere giapponese, Shuji Nakamura, insieme al lavoro sviluppato da due suoi connazionali, Isamu Akasaki e Hiroshi Amano, presentò il LED blu ad alta intensità. Questa scoperta valse al gruppo la vittoria del premio Nobel nel 2014. Dopo lo sviluppo dei LED blu ad alta efficienza, sono stati introdotti i primi LED bianchi che utilizzavano materiali fosforescenti. Questi assorbivano parte della luce blu e producevano luce gialla. La combinazione di giallo e blu, colori complementari, risultava in bianco agli occhi umani. La combinazione di luce rossa, verde e blu non solo appare bianca agli occhi, ma consente anche una riproduzione dei colori di qualità superiore rispetto alla luce “blu-gialla”, le cui lunghezze d’onda non rendono correttamente i verdi e i rossi.

Dal Neon al Neon Led

L’avvento del Neon LED

Ma il led non è solo funzionalità, e soprattutto negli ultimi anni la sua tecnologia avanzata e versatile è diventata piano piano appannaggio di artisti e designer, trasformando questa tecnologia di ultima generazione in un vero e proprio simbolo della modernità, prestato anche a quel mondo che fino a quel momento era appannaggio del neon. È qui che nasce il neon led: una combinazione, estetica e funzionale, in grado di essere a metà tra la sostenibilità e la plasticità della nuova tecnologia e il fascino del passato, in cui il richiamo alla storia dell’illuminazione è ancora forte.

La bellezza dell’illuminazione a neon led consiste nella praticità e nella versatilità del materiale: come i tubi di vetro che hanno preceduto questo stile, il neon led può essere plasmato e piegato per raggiungere le forme più complesse, dal lettering fino all’illuminazione scenica, e, diversamente dal neon storico, abbinarsi alla maggior parte dei materiali, uscendo anche dal classico connubio con il light design. Il neon led non è solo un metodo di illuminazione, ma diventa un modo di trascrivere un messaggio, definendo l’ambiente che lo circonda.

Nell’ultimo periodo, il neon led ha preso piede maggiormente, popolando non solo gli esterni ma anche gli interni, che siano questi privati o pubblici. Esprime ancora oggi contemporaneità, velocità, divertimento, ma è anche messaggero dello spirito pop che pervade i nostri ambienti.

Dal Neon al Neon Led

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Neeo design - Insegne Neon led

Se fino ad oggi credevi che il neon fosse solo un tubicino luminoso flessibile per creare delle scritte siamo pronti a farti ricredere.

Nessun prodotto nel carrello.